Solarium Usati

Pubblicata sul sito una lista di solarium smart usati e certificati, di grande qualità

Tutti i macchinari sono aggiornati alle ultime disposizioni del decreto legge e rispettano i requisiti della nuova normativa.

A chi sarà interessato verrà inviata prima la certificazione per consentire la valutazione e il rispetto delle normative.

Ricordiamo che nessun solarium e lampada abbronzata usata può essere venduta senza un aggiornamento all’ultima normativa vigente.

Vi invitiamo a diffidare da prezzi troppo bassi e vi suggeriamo di controllare prima dell’arrivo del macchinario che questo sia aggiornato all’ultima normativa (quindi sia di produzione successiva al 2009 o che abbia ricevuto in aggiornamento DALLA CASA PRODUTTRICE). Affidatevi solo ad operatori professionali che siano in grado di garantirvi un servizio e che non vi facciano incorrere in sanzioni e problemi in seguito ad un controllo.

Adeguamento centro estetico

Trovate sul nostro sito il nuovo articolo riguardante l’adeguamento dei solarium secondo il decreto legge del 30 luglio

 

Adeguamento Solarium e centro estetico

Con i recenti cambiamenti introdotti dal decreto legge e i sempre più frequenti controlli da parte delle autorità si pone il problema di essere perfettamente allineati alla normativa e ai regolamenti, al fine di non incorrere in spiacevoli sorprese.

Il decreto legge, che ha decorrenza dal 30 luglio 2011, non ha fatto altro, riguardo ai solarium, che recepire una normativa che era in vigore già dal 1 aprile 2009.

Ma quali sono le condizioni di legalità che un centro estetico e solarium deve rispettare?

Ecco alcuni punti fermi:

–          Tutte le macchine solarium devono essere dotate di targhette identificative, indicanti il tipo UV, il voltaggio e i watt consumati. In caso di controllo l’assenza di questa targhetta porta ad un immediato blocco della macchina.

–          Tutte le macchine solarium devono essere dotate di libretto di uso e manutenzione. All’interno di questo normalmente si trova la certificazione della macchina e i valori di irradianza.

–          Devono essere appese nella cabina tutte le avvertenze prescritte. Di solito queste vengono fornite insieme alla macchina. Inoltre con l’introduzione del decreto legge del 30 luglio sono state introdotte nuove avvertenze e informazioni utili per l’utente, che vanno DI LEGGE integrate con le precedenti. Se non avete le avvertenze potete contattarci per averne una copia o scaricarle dalla apposita sezione download dopo esservi registrati.

–          La certificazione della macchina deve essere aggiornata alle più recenti normative. Se sulla certificazione della vostra macchina sono riportate le normative CEI EN 60335-2-27 A1 e A2 allora la vostra macchina è già adatta alle nuove normative. In caso contrario dovrete contattare La casa produttrice del solarium per effettuare una ricertificazione della macchina. E’ importante sapere che solo la casa produttrice è autorizzata ad effettuare adeguamenti; diffidate da aziende esterne che, nella maggior parte dei casi, non possono rilasciare una certificazione valida ai fini dei controlli preposti da ASL e NAS.

Cosa fare se non si è a norma.

In caso non si soddisfi uno dei requisiti sopra bisogna provvedere immediatamente all’adeguamento.

Nel caso in cui la certificazione del macchinario (che di solito si trova all’interno del manuale o come documento a parte ed è contrassegnato dalla dicitura “Dichiarazione di Conformità”) non sia aggiornata bisognerà contattare la casa madre del solarium per effettuare l’adeguamento. Prestate attenzione a rivolgervi solo al vero produttore, chiamando il numero di telefono indicato sul libretto come costruttore.

Fate altresì moltissima attenzione nel caso di macchinari usati. Nel caso decidiate di acquistarne uno accertativi facendovi mostrare prima la certificazione, che risponda agli aggiornamenti A1 e A2. Per verificare basta che troviate scritto “Rispetta la normativa CEI EN 60335-2-27 aggiornamenti A1 e A2” o diciture equivalenti. Tutte le macchine devono essere “a norma” anche quelle che sono state costruite prima del decreto legge e dell’uscita della normativa.

E’ importante ricordare che, per la maggior parte dei produttori, la certificazione è vincolata all’uso di ricambi originali, certificati dalla casa.

 

Quali sono i rischi in cui si incorrono se non ci si adegua?

Quando il controllo viene effettuato dalla ASL di competenza e le macchine non sono a norma viene di solito dato un tempo di adeguamento. Se dopo questo periodo (che può andare da qualche settimana ad alcuni mesi) le macchine vengono trovate ancora fuori normativa, allora può essere revocata la licenza.